SocietàSport

Attivitá fisica e bullismo

Mens sana in corpore sano: i valori dello Sport e l’attivitá fisica per contrastare bullismo e cyberbullismo

CITTÁ METROPOLITANA DI NAPOLI – Nella sede dell’Università Link Campus in via Cesare Battisti lo scorso giovedì 23 febbraio si è tenuto l’incontro con gli studenti del Liceo Scientifico Enrico Fermi, con sedi ad Aversa e Parete Vivere il corpo e la mente: attivitá fisica e bullismo.

La finalità dell’incontro è stata quella di dare ai ragazzi un messaggio educativo rivolto alla valorizzazione dei valori umani e sociali contro il bullismo.

Una delle attività rivolte alla crescita intellettuale e morale è lo Sport, inteso come strumento di integrazione sociale e culturale elevando lo sport ad un ruolo inteso come maestro di vita considerandolo un alleato fondamentale per contrastare i fenomeni dilaganti del bullismo e la variante digitale definita il cyberbullismo.

Lo sport è una attività utilizzata sin dai tempo della antica Grecia ove furono create le Olimpiadi, che si svolgevano sul monte Olimpo per onorare le divinità attraverso lo svolgimento di varie discipline.

Purtroppo oggi vi è una dilagante esaltazione nei confronti del Calcio, inteso come attività agonistica. In effetti, questo gioco, ricorrendo continuamente a campionati e coppe, cela grandi interessi economici da parte delle società sportive, ma anche dell’informazione. Basta vedere quanto spazio viene dedicato dalle trasmissioni televisive e dalle testate giornalistiche a queste attività, rispetto ai cosiddetti sport minori, che comunque vengono praticati a livello nazionale e mondiale con lusinghieri risultati agonistici.

Una delle attività sportive che svolgono un ruolo educativo sono le Arti Marziali, che sono nate da discipline orientali, che hanno un substrato di filosofia Buddhista.

Le Arti Marziali insegnano innanzitutto il rispetto per l’avversario. Infatti ogni fase dell’allenamento viene aperta e chiusa dai cerimoniali del saluto.

Sono intervenuti all’evento:

Da sin, Antonio Vitale, Salvatore Bove e Raffaele Andreozzi
  • Professor Paolo Romano, Docente di Economia dello Sport all’università Link Campus;
  • Dottor Antonio Vitale. Dirigente Medico ASL NA1 Ortopedico e Medico dello Sport:
  • Professoressa Maria Galasso Posturologa-chinesiologa, nonchè Docente presso al Liceo Scientifico Enrico Fermi di Aversa;
  • Maestro Raffaele Andreozzi, Presidente Commissione Etica Fijlkam Nazionale;
  • lo studente Salvatore Bove del Liceo Scientifico Enrico Fermi di Aversa, cintura nera di Taekwondo, che al suo attivo ha gare e riconoscimenti a livello internazionale.

L’incontro è stato fortemente voluto dalla Dirigente scolastica del Liceo Dottoressa Adriana Mincione, che ha sempre manifestato la sua apertura ad incontri con gli studenti attraverso un gran lavoro, non solo didattico ma anche educativo e sociale.

Altri docenti che hanno preparato i liceali all’incontro, sono stati la Professoressa Antonella Canta ed il Professor Giulio Santagata per la sede di Parete, e la Professoressa Maria Galasso e la Professoressa Daniela Di Palma per la sede di Aversa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: