Scienza e AmbienteSocietà

Il Bosco Reale inferiore aperto al pubblico

Il professor Matteo Lorito, direttore del Dipartimento di Agraria della Federico II, ha reso possibile la riapertura del Bosco inferiore

PORTICI (NA) – Il Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II ha aperto al pubblico anche il varco inferiore del Bosco Reale.

Nella Fase 2 dell’emergenza dovuta alla pandemia da Covid19, già dallo scorso sabato 9 maggio la cittadinanza ha l’opportunità di usufruire degli ampi spazi verdi per passeggiate e visite, seppur nella piena osservanza delle disposizioni sanitarie vigenti.

I Bosco è aperto nei seguenti orari: dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle ore 19.30 e la domenica dalle 8.30 alle 14.30.

I varchi d’entrata a disposizione del pubblico sono:

  • Parco Gussone: via Salute n. 4, adiacente all’entrata dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale per il Mezzogiorno;
  • Bosco Inferiore: corso Umberto I.

L’accesso ai due parchi è per ora limitato a visite che potranno durare al massimo 2 ore e sarà consentito ad un massimo di 150 persone ogni ora per il parco Gussone e di 100 persone ogni ora per il Bosco inferiore. In nessun caso è consentito l’accesso del pubblico alle strutture Dipartimentali o alle strutture museali: la fruizione pubblica è limitata solo ed esclusivamente ai percorsi pedonali all’interno delle aree verdi.

I visitatori che accederanno a queste aree dovranno rispettare le seguenti prescrizioni:

  • all’accesso dovranno indossare la mascherina, escluso i minori fino a sei anni d’età e le persone con patologie non compatibili con il uso;
  • non potranno svolgere alcun attività sportiva, ivi compresa corsa, footing o jogging;

Naturalmente il comportamento dei visitatori del Bosco Reale dovrà essere responsabile: la disposizione prevede che la Polizia municipale di Portici o altre Forze dell’Ordine effettuino regolarmente attività di controllo all’interno dei parchi sull’osservanza delle norme vigenti, in particolare quelle inerenti i divieti di assembramento e l’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e di distanziamento interpersonale, come illustrato dalla cartellonistica posta agli ingressi dei parchi.

L’Ateneo Federico II si riserva dunque di interrompere in qualunque momento il servizio in caso di frequenti e palesi violazioni o situazioni che possano mettere a rischio la salute pubblica.

Il professor Matteo Lorito, direttore del Dipartimento di Agraria, si è detto molto soddisfatto di aver concesso la fruizione pubblica del Bosco inferiore e del parco Gussone, ripristinata così come era precedentemente all’emergenza sanitaria.

Il direttore, oltre a curare tutti gli aspetti del Compesso Monumentale, ha provveduto a mettere in sicurezza alcune aree boscose. Su quelle ancora non accessibili al pubblico, gli interventi saranno effettuati al più presto in sinergia con la Città Metropolitana di Napoli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: