MusicaSocietà

We Are The World vs Song Allergico ‘E Ffravole

di Stanislao Scognamiglio

Negli Stati Uniti d’America, nel 1985, si cantava  We Are The World, un brano musicale a sfondo benefico scritto e composto da Michael Jackson in collaborazione con Lionel Richie,  a Napoli, nel 1984, furoreggiava ‘E Fravole, un’opera di Bruno Lanza e Giuseppe Maiulli, cantata dal grande Maestro Ernesto a Foria.

Oggi, finalmente il remake Song Allergico ‘E Ffravole, «… la “We are the world” napoletana per una buona causa» appena ultimato, postato sui network, sta già spopolando.

Effettivamente, al momento in cui scriviamo, il videoclip ha raggiunto rilevanti numeri: 12652 visualizzazioni su YouTube e 33.287 condivisioni su Facebook.

Il brano, eseguito dall’estemporanea formazione Neapolitan United Artist, formata da grandi artisti del vasto panorama della canzone, del teatro, del cinema e della musica partenopea.

Citandoli, in ordine di apparizione: Pasquale Palma, Gianni Simioli, Ciccio Merolla, Diego Iutubber, Federico Di Napoli, Tommaso Primo, Franco Ricciardi, Andrea Sannino, Roberto Colella, Ivan Granatino, Antonio De Carmine e Mauro Spenillo Aka Principe & SocioM., Anna Trieste e Nero Nelson, Ernesto Cataldo e Gio Napolitano Aka Gipsy Fint Luca Iavarone Nando Varriale, Paolo Caiazzo, Rosario Verde e  Ernesto Lama, Peppe Iodice, Simone Schettino, Arsenio Perrotta, Lello Marangio, Marco Fasano, Brunella Selo, Luca e Raul ’O Zulù Persico, Rosalba Colosimo, e in ultimo ma non per ultimo ’O rre,il maestro Pino Mauro.

Nata da un’idea di Roberto Sdino e diretta dalla co-regia di Roberto Sdino e Pasquale Ruotolo, la realizzazione del video-clip si prefigge l’obiettivo di collaborare con i Frati Minori Conventuali della Provincia Monastica Napoletana alla raccolta di fondi necessari per la costruzione di una Casa Alloggio per ospitare i genitori dei bambini degenti presso il nosocomio napoletano Santobono.

Accolto l’invito, i precitati numerosi artisti, con la loro amichevole partecipazione, prestando voce e interpretazione, hanno partecipato all’esecuzione, facendo  rivivere il pezzo che portò alla ribalta Ernesto a Foria (Peppe Maiulli).

Alla registrazione del pezzo, hanno contribuito gli strumentisti: Piano e tastiere: Mauro Spenillo; Batteria: Antonio Esposito; Chitarre: Giuseppe Spinelli; Basso: Dario Spinelli.

Inoltre, hanno fornito il loro apporto alla lavorazione del video-clip:

Cameramen: Domenico Fredella; Montaggio: Alessio Marrazzo; Registrazione: Antonio Esposito@TpStudio. Napoli; Missaggio: Alberto Santaniello@Abc29 & Orangebug Productions; Arrangiamenti: Mauro Spenillo.

Per quanti volessero contribuire alla buona causa del progetto, si ricorda che la possibile donazione va inviata all’Associazione Radio Kolbe Campania, indicando la causale Casa Alloggio Santobono utilizzando i codice BAN:  IT 26K 02008 03451000105618083.

Per maggior contezza dell’appassionato della canzone comica napoletana, si  riporta il testo originale’E Fravole e la sua corrispondente traduzione italiana Le Fragole, brano composto da Lanza e Maiulli:

Riman e sera ti veng a piglià
ropp riman non pozz venì
Chill che arrivan vonn partì
A’ Zupp e cozz che me fa murì
quanno mi ricn va a faticà
ci penso è chest che nn mi fa durmì
me lassaaaatttt

se a gente parlano lassale parlà
luntan a napule no s’è pò sta
ma certe cose non è pù capì
famme e balige che me ne voglio ire
Ropp magnat o’ bagn nun se fà
s’è rutt o stereo l’aggià fa accungià
me lassaaaaatttt
Song allergico e fravole
non me pozz magna
questo amore è impossibile
chill mo stev cà
sti funtan che perdono
forse nun s’ann jucà
e sti cor che sbattono
so fernuti i babba……

sti funtan che perdono
forse nun s’ann jucà
e sti cor che sbattono
so fernuti i babba……

wonder wonderful night….

Domani sera ti vengo a prendere,
dopodomani non posso venire,
quelli che arrivano voglion partire,
la zuppa di cozze mi fa morire,
quando mi dicono va a lavorare,
ci penso e questo non mi fa dormire…
… mi hai lasciato!Se la gente parla lasciala parlare,
lontano da Napoli non si può stare,
ma certe cose non le puoi capire,
fammi le valigie, me ne voglio andare,
dopo mangiato il bagno non si fa,
si è rotto lo stereo, lo devo aggiustare…
… mi hai lasciato!Sono allergico alle fragole,
non le posso mangiare…
Questo amore è impossibile!
Ora lui era qui!
Queste fontane perdono,
forse non sanno giocare,
e questi cuori palpitano…
son finiti i babà…Queste fontane perdono,
forse non sanno giocare,
e questi cuori palpitano…
son finiti i babà…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: