I viaggi della speranza

PORTICI (NA) – Al Liceo Scientifico Filippo Silvestri in corso Umberto I dal 23 al 29 ottobre 2016 si è svolto un importante evento di risonanza internazionale:  il I Meeting Transnazionale dei partner che lavorano al progetto 2016-1-AT01-KA219-016660 Journeys of hope: Educational pathways to social inclusion and tolerance.

Partendo dal presupposto che lo scopo principale dell’istruzione non è solo quello di sviluppare conoscenze, abilità e competenze ma anche quello di aiutare i giovani a diventare cittadini attivi e responsabili e di opporsi a tutte le forme di discriminazione, intolleranza e razzismo, 5 scuole hanno sviluppato un progetto transnazionale di scambio di buone pratiche per rendere gli studenti consapevoli dei problemi dei rifugiati e degli immigrati.

Il progetto sarà realizzato in stretta collaborazione con le ONG che operano per far rispettare  i Diritti umani. Gli emigranti verranno considerati agenti attivi e contribuiranno alle pratiche di lavoro alternative dall’interno del loro ambiente, al fine di essere più facilmente integrati.

Le scuole  coinvolte in Journeys of hope sono:

  • Öffentliches Stiftsgymnasium der Benediktiner zu St. Paulof St. Paul im Lavanttal, Austria,
  • 4th High School of Ilion, Ilion, Athene, Grecia,
  • IES Joaquin Turina, Siviglia, Spagna,
  • Istanbul Lisesi, Istanbul, Turchia,
  • Liceo Scientifico Filippo Silvestri, Portici.

Il progetto cui ha partecipato l’Istituto porticese è uno dei pochi che sono stati presentati in Austria. Va sottolineato che solo 25 dei 39 progetti presentati dalle scuole coordinatrici sonostati approvati.

Durante il kick-off meeting di lancio ufficiale del progetto, i partecipanti hanno  condiviso idee e portato a termine la pianificazione delle attività future. Sono state decise le date delle mobilità che si svolgeranno nei due anni in cui verrà realizzato l’intero progetto. Si terranno 5 scambi interculturali a breve termine che daranno luogo a 100 mobilità. Per ogni scuola il team dei partecipanti sarà composto da 16 studenti che, a gruppi di otto, vi prenderanno parte.

Ogni scambio avrà un focus diverso:

  • Sviluppo storico dell’immigrazione in Europa,
  • Analisi della situazione attuale dei movimenti migratori e dei rifugiati, cause e conseguenze,
  • Diversità culturale in Europa,
  • Lotta contro i pregiudizi e il razzismo in Europa,
  • Diritti umani, leggi europee e delle Nazioni Unite che tutelano i rifugiati e i richiedentiasilo.

Gli insegnanti delle delegazioni hanno deciso anche le date degli scambi e dei prossimi meeting internazionali  e hanno preso unitamente decisioni fondamentali per la creazione di un sito web, di un account Facebook e della registrazione del progetto sulla piattaforma eTwinning.

Il coordinatore austriaco ha quindi spiegato in dettaglio i risultati attesi. Inoltre i diversi compiti sono stati assegnati in base alle competenze dei docenti delle scuole coinvolte che assisteranno i rispettivi studenti.

È stato anche deciso di creare presentazioni PowerPoint, video, cortometraggi, opuscoli, e-booklet, newsletter.

journeysofhope1

Nel corso dell’incontro il gruppo ha visitato i dintorni del Filippo Silvestri, avendo così l’opportunità di scoprire le bellezze e di conoscere la cultura del territorio.

Il 29 ottobre è stato infine organizzato un evento di disseminazione, poi trasmesso da Rai3, durante il quale è stato illustrato il programma delle attività corredato da interviste alla Dirigente scolastica del Liceo Silvestri Enrichetta Idato e ai docenti coordinatori

One Response to I viaggi della speranza

  1. […] Los medios de comunicación italianos se han hecho eco de la noticia, como puede verse en este artículo y en el siguiente […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *